La Libreria Invisibile
Home
Su di me
Blog
Gallery
Blog Amici
Contattami
Libro degli ospiti
Recensione

"Il libro selvaggio" di Juan Villoro.


Titolo: Il libro selvaggio
Autore: Juan Villoro
Editore: Salani
Anno: 2010
Pag. 218
 











Ci sono libri con una forte personalità. Libri che si scelgono i lettori, e non viceversa. E libri che rifiutano di farsi leggere. Juan, quattordici anni, trascorre le vacanze dallo zio Tito, il bibliofilo più pazzo del mondo. Nel labirinto della sua biblioteca Juan scopre che i libri hanno una vita propria. Alcuni addirittura cambiano contenuto a seconda di chi li legge. Altri, invece, si nascondono. Come "II libro selvaggio", che si lascerà leggere da una sola persona, da un lettore speciale. Perché leggere è un atto creativo. I libri sono magici. I libri sono vivi. E sono tutti diversi, come noi. "L'abilità di narratore di Villoro è al servizio di un sorprendente romanzo di avventura e intrighi che ha per protagonisti dei personaggi insoliti: libri 'vivi', dotati di poteri eccezionali e capaci di cambiare la vita delle persone."

Veloce da leggere, divertente e ben scritto.
Il libro selvaggio racconta di Juan questo ragazzino costretto a passare le vacanze dallo zio Tito e nella sua grande biblioteca viene a scoprire i segreti più incredibili sui libri.
Però partiamo con calma, questa storia è leggera e non ha una trama contorta e difficile da seguire, anzi! Infatti io l'ho terminato dopo soli due giorni e devo dire che durante questi, non sono mancate le occasioni in cui sono scoppiata a ridere da sola mentre lo leggevo. Questo perché la caratteristica secondo me principale di questo libro è il fatto che sia diertente.  Lo zio Tito, un individuo alcuanto bizzarro, non manca di far ridere con le sue affermazioni strane e bislacche, mentre Juan lo ascolta un pò interdetto. 
La storia si svolge tutta attorno ai veri protagonisti, ovvero proprio i libri.
Juan sarà pur senpre il protagonista principale del libro, ma sono proprio i libri a fare da padroni nella storia perché sono loro che decidono se farsi leggere oppure no.
Quindi si sarà ormai capito che in questa divertente storia non manca la magia e un pizzico di avventura con anche un poo' di romanticismo. Eh già, perché il piccolo Juan non può certamente cercare il libro selvaggio solo con quel suo zio strano, gli ci vuole un'amica che lo aiuti e lo accompagni durqnte la sua avventura...
In somma questo libro scorre veloce come una bella favola, è una storia per ragazzi che però può essere apprezzata anche dagli adulti. Ci sono diverse frasi molto sagge e profonde tra le righe della fiaba, insomma, ci sono messaggi da scoprire e conservare. Ne consignio la lettura.
<< Indietro Aggiungere un commento
0 voci totali
Aggiungere un commento
Nome*
Oggetto*
Commento*
Per favore, digitate il codice di conferma visualizzato sull'immagine*
Ricaricare immagine